Amazon apre a Seattle il primo negozio senza casse

Amazon Go, sfrutta sensori e intelligenza artificiale

Ci è voluto oltre un anno per fare test, per chi non ne può più di file interminabili nei supermercati, apre finalmente in USA il primo supermercato “senza casse” di Amazon.

Questo era il video del lancio.

Amazon go, così si chiama il primo negozio 4.0 frutto dell’IA (intelligenza artificiale), non ci sono infatti casse e non ci sono cassieri, sostituiti da una rete di videocamere, sensori e intelligenza artificiale appunto, che registra i movimenti che i clienti fanno con la merce nel loro carrello, quindi ciò che mettono o tolgono e addebita automaticamente sul loro account Amazon il conto quando escono dal market.

Ci è voluto un anno rispetto alla dichiarata apertrura di inizio 2017 poi sospesa. Infatti il suoer cervello aveva avuto difficoltà a gestire oltre 20 utenti contemporaneamente. Sia i test che capacità di calcolo e tecnologia evidentemente sono andati avanti quanto è servito per l’apertura. Il negozio permette di entrare usando lo smartphone solo all’inizio, come fosse un normale tesserino di identificazione, e poi di fare la spesa e uscire senza pagare presso alcuna cassa. Amazon Go addebita la spesa come fossero acquisti fatti online.

Per far tacere sul nascere le voci sulla riduzione dei posti di lavoro a vantaggio di robot e sistemi così evoluti, i responsabili hanno dichiarato che cambia solo il modo di lavorare e la sua efficienza, per il resto il personale sarà impegnato in altro modo, infatti ci sono dei commessi che si occupano della preparazione dei cibi pronti in vendita, degli scaffali e dell’assistenza ai clienti.

Al momento non si conosce se e quando la compagnia aprirà questo tipo di “negozio” in altre città americane o del mondo.

Amazon apre Amazon go a Seattle il primo negozio senza casse

Amazon apre Amazon go a Seattle il primo negozio senza casse

Guarda il filmato: Come funziona Amazon go

Author: mentibus

Share This Post On